• Image of Ilaria Viola - Giochi di Parole

E ad un certo punto le congiunzioni che convergono tra ordine e caos danno forma ad un'idea che se viene levigata, strutturata e amata fino a concretizzarsi si trasforma in un album dal nome "Giochi di parole". Questo è il titolo di un rebus fatto a disco che si svela e si risolve attraverso otto canzoni nelle geometrie femminee di Ilaria Viola: voce potente, mente acuta, penna appuntita in un barattolo di pennarelli a punta tonda; cantautrice romana alla sua prima opera di cui cura testi, arrangiamenti e produzione.
In uscita nel 2014 per Lapidarie Incisioni, etichetta romana; registrato e missato al Monkey Studio da Lucio Leoni, con la partecipazione di Cristiano De Fabritiis (batteria), Stefano Napoli (contrabbasso), Felice Zaccheo (mandolino), Gian Michele Montanaro (percussioni) e Daniele Borsato (chitarra). Giochi di Parole trasuda poetica mediterranea attraverso abitudini quotidiane, vicoli, storie antiche messe in rima; passioni travagliate o intense, che si destreggiano circensi tra la fine di una traccia e l'inizio di un'altra.